Vai al contenuto

PROVE SISMICHE IN FORO

Le prove sismiche che effettuiamo sono di due tipologie: Down-Hole e Cross-Hole.

La prova Down-Hole consiste nel calare all’interno di un foro di sondaggio appositamente attrezzato, un geofono con componenti nelle tre direzioni dello spazio.

Ad intervalli metrici prescelti (1 metro, 2 metri,…) vengono eseguite tre energizzazioni (con una mazza) per generare dei treni di onde P ed S . Conoscendo la profondità del geofono durante ogni singola acquisizione, si ricava l’andamento della velocità di onde P ed S rispetto alla profondità.

La prova Cross-Hole viene eseguita attraverso due fori di sondaggio opportunamente attrezzati: in un foro viene calato il geofono (come accade nelle Down-Hole), nell’altro viene calata la sorgente sismica.

A quote prestabilite si eseguono due energizzazioni (per ottenere due treni d’onda con polarizzazione opposta) e si registra il tempo impiegato dall’onda per raggiungere il geofono.

Il risultato finale è nuovamente l’andamento delle velocità delle onde P ed S rispetto alla profondità, ma con un grado di accuratezza superiore rispetto alla prova Down-Hole, in quanto l’onda sismica può essere considerata diretta tra sorgente e ricevitore, mentre nella prova down-hole, il percorso delle onde è inficiato dal volume di terreno che deve attraversare dal piano campagna fino al geofono.

Queste prove in foro permettono anche di ottenere informazioni riguardanti i parametri elastici e meccanici del terreno come il modulo di taglio, il coefficiente di Poisson, il modulo di Young e la costante di Lamé.